Trattamento della pleurite polmonare con antibiotici

La pleurite è un processo infiammatorio nei polmoni, a seguito del quale una persona malata ha un grande accumulo di essudato tra gli strati pleurici o il rilascio di fibrina sulla superficie delle membrane pleuriche. Questa patologia è spesso una complicanza di altre malattie gravi, come polmonite, tubercolosi, cancro, lupus eritematoso sistemico, ecc. I medici non sono sempre in grado di determinare con precisione la causa della pleurite, ma oggi ci sono tre principali fattori eziologici in medicina: virale, batteriche e allergiche.

Le tattiche di trattamento vengono solitamente sviluppate dopo l'esame microbiologico del liquido pleurico per l'infezione. La pleurite di streptococco, pneumococco, clamidia, legionella e eziologia del micoplasma viene trattata con antibiotici, che vengono selezionati individualmente in ciascun caso, tenendo conto delle caratteristiche della flora patogena.

  1. Indicazioni per la terapia antibiotica
  2. I principali gruppi di antibiotici utilizzati nel trattamento della pleurite
  3. Efficacia antibiotica ed effetti collaterali

Indicazioni per la terapia antibiotica

Poiché la pleurite nella maggior parte dei casi è una malattia secondaria, l'obiettivo principale dei medici è trovare la causa principale della sua insorgenza, durante la quale viene effettuato un trattamento sintomatico. La terapia antibiotica può essere prescritta se al paziente viene diagnosticato:

  1. Pleurite fibrinosa. Questo tipo di malattia si verifica più spesso, quando vengono prescritti antibiotici ad ampio spettro in combinazione con farmaci antinfiammatori e analgesici.
  2. Pleurite secca di eziologia tubercolare. Con la pleurite dell'eziologia tubercolare, viene effettuato un trattamento speciale, che include farmaci anti-tubercolosi (isoniazide, etambutolo) contemporaneamente alla terapia antibiotica.
  3. Pleurite essudativa. Viene trattato con gli stessi farmaci della pleurite causata dalla polmonite. La terapia antimicrobica viene effettuata con la somministrazione contemporanea di agenti antinfiammatori e desensibilizzanti. Inoltre, i medici evacuano regolarmente il liquido in eccesso dalla cavità pleurica per alleviare le condizioni del paziente e raccogliere materiale biologico per l'analisi citologica..
  4. Pleurite purulenta cronica. Con questo tipo di malattia, viene eseguito il drenaggio chirurgico obbligatorio della cavità pleurica, traboccante di essudato purulento. Le aree interessate vengono lavate con soluzioni a base di agenti antibatterici.

I principali gruppi di antibiotici utilizzati nel trattamento della pleurite

Se, durante l'esame, è stata confermata la natura infettiva della malattia, al paziente devono essere prescritti antibiotici. La scelta dei farmaci verrà effettuata in base al tipo di patogeno rilevato nel materiale biologico del paziente e alla sua sensibilità a determinati componenti del farmaco. Gli antimicrobici più comunemente usati per la pleurite sono:

  • Antibiotici ad ampio spettro (azitromicina, gentamicina, rifampicina, imipenem, amoxicillina, ceftriaxone, cilastatina).
  • Macrolidi (Sumamed, Yutacid, Macropen, Rulid, Rovamycin).
  • Cefalosporine (Ceftolosan, Claforan, Cefuroxime, Ceftriaxone, Mefoxin, Latamoxef, Keyten, Cefepim, Zefter).
  • Lincosamidi (clindamicina, lincomicina).
  • Penicilline naturali, sintetiche, così come combinate e semisintetiche (Sultasin, Sulbactam, Amoxicillin, Oxamp, Ampicillin, Phenoxymethylpenicillin, Tikarcillin, Mecillinam, Methicillin).
  • Carbapenem (Meropenem, Tienam, Imipenem, Doripenem, Cefepim).
  • Fluorochinoloni (Levofloxacina, Emifloxacina, Sparfloxacina, Microflox, Sitafloxacina, Norfloxacina, Trovafloxacina, Moxifloxacina, Lomefloxacina).
  • Aminoglicosidi (Sizomicina, Amikacina, Isepamicina, Netilmicina). Importante: questi farmaci non possono essere utilizzati contemporaneamente agli antibiotici - penicilline e cefalosporine).
  • Tetracicline (minolexina, doxiciclina).

Se gli organismi nocivi sono resistenti a qualsiasi farmaco, i medici possono sostituirli con agenti simili. Il dosaggio e la durata della terapia dipendono in gran parte dai risultati del test ottenuti durante il trattamento e dal quadro clinico generale del paziente..

I metodi di somministrazione degli antibiotici per la pleurite possono differire a seconda dei farmaci prescritti al paziente:

  • per i bambini piccoli, i farmaci possono essere somministrati sotto forma di sospensioni o compresse;
  • per gli adulti, i farmaci vengono somministrati più spesso per via intramuscolare o endovenosa;
  • nei casi più gravi, le soluzioni antimicrobiche vengono iniettate nell'area pleurica utilizzando un ago speciale.

Efficacia antibiotica ed effetti collaterali

Il trattamento farmacologico della pleurite si basa sulla terapia antibiotica, che, di regola, mostra buoni risultati solo in combinazione con altri metodi di trattamento di questa malattia. Quindi, se il paziente non si impegna in un complesso di terapia fisica appositamente progettato per i pazienti con pleurite, c'è il rischio di aderenze multiple e, di conseguenza, insufficienza polmonare acuta. La crescita eccessiva del polmone con tessuto fibroso può anche causare limitazione della mobilità fino alla disabilità..

Inoltre, il trattamento antibiotico a lungo termine ha un effetto estremamente negativo sulla condizione di molti organi, nonché sui sistemi cardiovascolare e digestivo. Di conseguenza, dopo essere stato curato dalla pleurite batterica, il paziente deve sottoporsi a un corso riabilitativo completo, che comprende i seguenti tipi di terapie:

  1. Disintossicante. Nel corso della loro attività vitale, i batteri rilasciano molte tossine, che in realtà sono veleni per il corpo umano. Dopo il trattamento antibiotico, i microrganismi morti si decompongono, formando focolai purulenti nelle aree precedentemente colpite, il che porta a intossicazione generale e altre spiacevoli conseguenze. I metodi principali per affrontare questa condizione sono l'uso di diuretici e il lavaggio del sangue attraverso l'infusione endovenosa di soluzioni di sale d'acqua..
  2. Immunostimolante. Il sistema immunitario è responsabile della resistenza dell'organismo a varie infezioni, mentre la presenza di processi infiammatori indica che si trova in uno stato critico. Durante il trattamento della pleurite, così come durante il periodo di riabilitazione, è consigliabile che ogni paziente beva un corso di vitamine, nonché farmaci che ripristinano la microflora intestinale naturale. I prodotti naturali, che contengono una grande quantità di vitamina C (decotti e infusi a base di rosa canina, ribes, corniolo, mirtillo rosso, cenere di montagna) o agenti immunomodulatori come Imudon, Timogen, IRS-19 possono agire come agenti immunostimolanti..

I pazienti che vengono trattati con antibiotici possono anche affrontare effetti collaterali estremamente spiacevoli che possono ridurre significativamente la loro qualità di vita. Ad esempio, l'assunzione di farmaci antimicrobici del gruppo delle penicilline porta spesso alle seguenti conseguenze negative:

  • orticaria, prurito grave, edema di Quincke;
  • nausea, vertigini, vomito;
  • diarrea prolungata e dolore intestinale.

Se si verificano questi effetti collaterali, il paziente deve informarne immediatamente il medico curante, che adatterà il dosaggio o sostituirà i farmaci selezionati con altri. Gli antibiotici macrolidi possono causare:

  • disturbi dispeptici;
  • reazioni allergiche (raro);
  • infiammazione delle gengive (come stomatite o gengivite).

Le cefalosporine sono generalmente considerate sicure, quindi sono spesso prescritte a bambini e donne in gravidanza, ma i farmaci in questo gruppo possono anche causare:

  • diarrea;
  • allergie;
  • vari disturbi digestivi.

Meno comunemente, possono verificarsi stomatite e disturbi emorragici (di solito nei pazienti più anziani).

Alcuni degli antibiotici sintetici più potenti sono i fluorochinoloni. I farmaci in questo gruppo sono prescritti solo per il trattamento della pleurite, che si è manifestata sullo sfondo di una grave polmonite. Il principale effetto collaterale è l'inibizione della crescita ossea, motivo per cui i fluorochinoloni non sono prescritti ai bambini di età inferiore ai 18 anni e alle donne in gravidanza. Altre reazioni negative includono:

  • dolori muscolari e articolari;
  • reazioni allergiche;
  • disturbi digestivi, nausea e vomito;
  • emicrania, vertigini;
  • disturbo della coagulazione del sangue.

Gli effetti collaterali di cui sopra non si osservano in tutti i pazienti, poiché molto dipende dalle caratteristiche individuali dell'organismo e da alcuni altri fattori..

Attualmente, i medici stanno cercando di utilizzare solo farmaci di nuova generazione in grado di combattere efficacemente la pleurite di eziologia infettiva senza danneggiare altri sistemi corporei. L'osservanza obbligatoria di tutte le prescrizioni del medico consente inoltre di indebolire in modo significativo gli effetti negativi degli antibiotici sul corpo, riducendo al minimo il rischio di complicanze.

Sintomi e trattamento della pleurite polmonare

La pleurite è una delle condizioni patologiche più comuni dell'apparato respiratorio. Viene spesso chiamata malattia, ma questo non è del tutto vero. La pleurite polmonare non è una malattia indipendente, ma piuttosto un sintomo. Nelle donne, nel 70% dei casi, la pleurite è associata a neoplasie maligne della ghiandola mammaria o del sistema riproduttivo. Molto spesso, il processo si sviluppa nei malati di cancro sullo sfondo di metastasi nei polmoni o nella pleura.

La diagnosi tempestiva e il trattamento della pleurite possono prevenire complicazioni pericolose. La diagnosi di pleurite per un medico professionista non è difficile. Il compito del paziente è cercare tempestivamente assistenza medica. Consideriamo più in dettaglio quali segni indicano lo sviluppo della pleurite e quali forme di trattamento esistono per questa condizione patologica..

Caratteristiche della malattia e tipi di pleurite

La pleurite è un'infiammazione della pleura, la membrana sierosa che avvolge i polmoni. La pleura assomiglia a fogli di tessuto connettivo traslucidi. Uno di loro è adiacente ai polmoni, l'altro allinea la cavità toracica dall'interno. Nello spazio tra di loro circola del fluido, che assicura lo scorrimento dei due strati della pleura durante l'inspirazione e l'espirazione. La sua quantità normalmente non supera i 10 ml. Con la pleurite dei polmoni, il liquido si accumula in eccesso. Questo fenomeno è chiamato versamento pleurico. Questa forma di pleurite è chiamata versamento o essudativo. Si verifica più frequentemente. La pleurite può anche essere secca: in questo caso, la proteina di fibrina si deposita sulla superficie della pleura, la membrana si ispessisce. Tuttavia, di regola, la pleurite secca (fibrinosa) è solo il primo stadio della malattia, che precede l'ulteriore formazione di essudato. Inoltre, quando la cavità pleurica è infetta, l'essudato può essere purulento..

Come già accennato, la medicina non classifica la pleurite come una malattia indipendente, definendola una complicazione di altri processi patologici. La pleurite può indicare una malattia polmonare o altre malattie che non danneggiano il tessuto polmonare. Per la natura dello sviluppo di questa condizione patologica e dell'analisi citologica del liquido pleurico, insieme ad altri studi, il medico è in grado di determinare la presenza di una malattia sottostante e prendere misure adeguate, ma la stessa pleurite richiede un trattamento. Inoltre, nella fase attiva, riesce a mettersi in primo piano nel quadro clinico. Ecco perché, in pratica, la pleurite è spesso chiamata una malattia separata del sistema respiratorio..

Quindi, a seconda dello stato del liquido pleurico, ci sono:

  • pleurite purulenta;
  • pleurite sierosa;
  • pleurite sierosa-purulenta.

La forma purulenta è la più pericolosa, poiché è accompagnata da intossicazione di tutto il corpo e, in assenza di un trattamento adeguato, minaccia la vita del paziente.

La pleurite può anche essere:

  • acuto o cronico;
  • grave o moderato;
  • colpire entrambe le parti del torace o manifestarsi su un solo lato;
  • lo sviluppo è spesso provocato da un'infezione, in questo caso si chiama infettivo.

Anche l'elenco delle cause non infettive della pleurite polmonare è ampio:

  • malattie del tessuto connettivo;
  • vasculite;
  • embolia polmonare;
  • trauma toracico;
  • allergia;
  • oncologia.

In quest'ultimo caso, possiamo parlare non solo del cancro del polmone stesso, ma anche di tumori dello stomaco, della mammella, delle ovaie, del pancreas, del melanoma, ecc. Quando le metastasi penetrano nei linfonodi del torace, il deflusso della linfa è più lento e la pleura diventa più permeabile. Il fluido penetra nello spazio pleurico. È possibile chiudere il lume di un grande bronco, che abbassa la pressione nella cavità pleurica, il che significa che provoca l'accumulo di essudato.

Nel carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC), la pleurite viene diagnosticata in più della metà dei casi. Con l'adenocarcinoma, la frequenza della pleurite metastatica raggiunge il 47%. Con carcinoma polmonare a cellule squamose - 10%. Il cancro bronchiolo-alveolare porta a versamento pleurico in una fase precoce e in questo caso la pleurite può essere l'unico segnale per la presenza di un tumore maligno.

A seconda della forma, le manifestazioni cliniche della pleurite differiscono. Tuttavia, di regola, non è difficile determinare la pleurite polmonare. È molto più difficile trovare la vera causa che ha causato l'infiammazione della pleura e la comparsa di versamento pleurico..

Sintomi della pleurite

I principali sintomi della pleurite polmonare sono dolore al petto, soprattutto durante l'inalazione, una tosse che non porta sollievo, mancanza di respiro, sensazione di oppressione al petto. A seconda della natura dell'infiammazione e della localizzazione pleurica, questi segni possono essere evidenti o quasi assenti. Con la pleurite secca, il paziente avverte dolore al fianco, che si intensifica quando si tossisce, la respirazione diventa difficile, debolezza, sudorazione, brividi non sono esclusi. La temperatura rimane normale o aumenta leggermente, non più di 37 ° C.

Con la pleurite essudativa, la debolezza e la cattiva salute sono più pronunciate. Il liquido si accumula nella cavità pleurica, comprime i polmoni, impedisce loro di raddrizzarsi. Il paziente non può inspirare completamente. L'irritazione dei recettori nervosi negli strati interni della pleura (non ce n'è praticamente nessuno nei polmoni stessi) provoca una tosse sintomatica. In futuro, la mancanza di respiro e la pesantezza al petto aumentano solo. La pelle diventa pallida. Un grande accumulo di liquido impedisce il deflusso di sangue dalle vene cervicali, iniziano a gonfiarsi, che alla fine diventa evidente. La parte del torace affetta da pleurite è limitata nel movimento.

Con la pleurite purulenta, a tutti i suddetti sintomi si aggiungono notevoli fluttuazioni di temperatura: fino a 39-40 ° la sera e 36,6-37 ° al mattino. Ciò indica la necessità di cure mediche urgenti, poiché la forma purulenta è irta di gravi conseguenze..

La pleurite viene diagnosticata in più fasi:

  1. Esame e interrogatorio del paziente. Il medico scopre le manifestazioni cliniche, la durata dell'evento e il livello di benessere del paziente.
  2. Esame clinico. Vengono utilizzati diversi metodi: auscultazione (ascolto con uno stetoscopio), percussione (picchiettando con strumenti speciali per la presenza di liquido), palpazione (sensazione per identificare le aree dolorose).
  3. Esame radiografico e TC. La radiografia consente di visualizzare la pleurite, valutare il volume del fluido e, in alcuni casi, rivelare metastasi nella pleura e nei linfonodi. La tomografia computerizzata aiuta a stabilire la prevalenza in modo più accurato.
  4. Analisi del sangue. Con un processo infiammatorio nel corpo, la VES aumenta il numero di leucociti o linfociti. Questo studio è necessario per diagnosticare la pleurite infettiva..
  5. Puntura pleurica. Questa è la raccolta del fluido dalla cavità pleurica per la ricerca di laboratorio. La procedura viene eseguita quando non vi è alcuna minaccia per la vita del paziente. Se si è accumulato troppo fluido, viene eseguita immediatamente la pleurocentesi (toracocentesi): rimozione dell'essudato attraverso una puntura utilizzando un ago lungo e un'aspirazione elettrica, oppure viene installato un sistema di porte, che è la soluzione preferita. Le condizioni del paziente migliorano e parte del fluido viene inviata per l'analisi.

Se, dopo tutte le fasi, il quadro esatto rimane poco chiaro, il medico può prescrivere una videotoracoscopia. Un torascopio è inserito nel torace: questo è uno strumento con una videocamera che consente di esaminare le aree interessate dall'interno. Se parliamo di oncologia, è necessario prendere un frammento del tumore per ulteriori ricerche. Dopo queste manipolazioni, è possibile fare una diagnosi accurata e iniziare il trattamento..

Trattamento della condizione

Il trattamento della pleurite polmonare dovrebbe essere completo, mirato ad eliminare la malattia che lo ha causato. La terapia della pleurite stessa, di regola, è sintomatica, progettata per accelerare il riassorbimento della fibrina, per prevenire la formazione di aderenze nella cavità pleurica e "sacche" di fluido, per alleviare le condizioni del paziente. Il primo passo è rimuovere l'edema pleurico. Ad alte temperature, al paziente vengono prescritti farmaci antipiretici, per i FANS analgesici. Tutte queste azioni consentono di stabilizzare le condizioni del paziente, normalizzare la funzione respiratoria e trattare efficacemente la malattia sottostante..

Il trattamento della pleurite in una forma lieve è possibile a casa, in complesso - esclusivamente in un ospedale. Può includere diversi metodi e tecniche..

  1. Toracocentesi. Questa è una procedura in cui il liquido accumulato viene rimosso dalla cavità pleurica. Assegnare in tutti i casi di pleurite da versamento in assenza di controindicazioni. La toracocentesi viene eseguita con cautela in presenza di patologia del sistema di coagulazione del sangue, aumento della pressione nell'arteria polmonare, malattia polmonare ostruttiva in uno stadio grave o presenza di un solo polmone funzionale. L'anestesia locale viene utilizzata per la procedura. Un ago viene inserito nella cavità pleurica sul lato della scapola sotto controllo ecografico e l'essudato viene raccolto. La compressione del tessuto polmonare è ridotta, diventa più facile per il paziente respirare.
  2. Spesso è necessario ripetere la procedura; per questo sono stati sviluppati sistemi di porte interpleuriche moderni e completamente sicuri che forniscono un accesso costante alla cavità pleurica sia per l'evacuazione dell'essudato che per la somministrazione di farmaci, anche nell'ambito della chemioterapia..
    Questo è un sistema costituito da un catetere, che viene inserito nella cavità pleurica, e una camera in titanio con una membrana di silicone. L'installazione richiede solo due piccole incisioni, che vengono successivamente suturate. La porta è posizionata nei tessuti molli della parete toracica, sotto la pelle. In futuro, non causerà alcun disagio al paziente. La manipolazione non richiede più di un'ora. Il paziente può tornare a casa il giorno successivo all'installazione della porta. Quando è necessario evacuare nuovamente l'essudato, è sufficiente perforare la pelle e la membrana di silicone sottostante. È veloce, sicuro e indolore. Con un'improvvisa necessità e mancanza di accesso alle cure mediche, con una certa abilità e conoscenza delle regole della procedura, anche i parenti sono in grado di liberare autonomamente la cavità pleurica del paziente dal fluido attraverso la porta.
  3. Un altro tipo di intervento è la pleurodesi. Questa è un'operazione per creare artificialmente aderenze tra gli strati della pleura e distruggere la cavità pleurica in modo che non ci sia alcun punto di accumulo di liquido. La procedura è prescritta, di regola, ai malati di cancro con l'inefficacia della chemioterapia. La cavità pleurica è riempita con una sostanza speciale che impedisce la produzione di essudato e ha un effetto antitumorale - nel caso dell'oncologia. Questi possono essere immunomodulatori (ad esempio interleuchine), glucocorticosteroidi, agenti antimicrobici, radioisotopi e citostatici alchilanti (derivati ​​di ossazafosforina e bis -? - cloroetilammina, nitrosourea o etilendiammina, preparati di platino, alchil sulfonati, triazine).
  4. Se i metodi di cui sopra non funzionano, è indicata la rimozione della pleura e il posizionamento di uno shunt. Dopo lo smistamento, il liquido dalla cavità pleurica passa nella cavità addominale. Tuttavia, questi metodi sono classificati come radicali, in grado di causare gravi complicazioni, quindi si ricorre a durare..
  5. Trattamento medico. Nel caso in cui la pleurite sia di natura infettiva o sia complicata da un'infezione, vengono utilizzati farmaci antibatterici, la cui scelta dipende interamente dal tipo di agente patogeno e dalla sua sensibilità a uno specifico antibiotico. I medicinali, a seconda della natura della flora patogena, possono essere:
  • penicilline naturali, sintetiche, semisintetiche e combinate (benzilpenicillina, fenossimetilpenicillina, meticillina, oxacillina, nafcillina, ticarcillina, carbpenicillina, "Sultasin", "Oxamp", "Amoxiclav", mezlocillina, mezlocillina, azlocillina, mezlocillina
  • cefalosporine ("Mefoxin", "Ceftriaxone", "Keyten", "Latamokcef", "Cefpirom", "Cefepim", "Zefter", "Ceftolosan");
  • fluorochinoloni (Microflox, lomefloxacina, norfloxacina, levofloxacina, sparfloxacina, moxifloxacina, gemifloxacina, gatifloxacina, sitafloxacina, trovafloxacina);
  • carbapenemi ("Tienam", doripenem, meropenem);
  • glicopeptidi ("Vancomicina", "Vero-Bleomicina", "Targotsid", "Vibativ", ramoplanina, decaplanina);
  • macrolidi ("Sumamed", "Yutatsid", "Rovamycin", "Rulid");
  • ansamicine ("rifampicina");
  • aminoglicosidi (amikacina, netilmicina, sisomicina, isepamicina), ma sono incompatibili con penicilline e cefalosporine con terapia simultanea;
  • lincosamidi (lincomicina, clindamicina);
  • tetracicline (doxiciclina, "minolexina");
  • anfenicoli ("Levomicetina");
  • altri agenti antibatterici sintetici (idrossimetilchinossalindioossido, fosfomicina, diossidina).

Per il trattamento dell'infiammazione pleurica vengono prescritti anche farmaci antinfiammatori e desensibilizzanti (elettroforesi di una soluzione al 5% di novocaina, analgin, difenidramina, una soluzione al 10% di cloruro di calcio, una soluzione allo 0,2% di platifillina idrotartrato, indometacina, ecc.), Regolatori dell'equilibrio idrico-elettrolitico ( soluzione salina e glucosio), diuretici ("Furosemide"), elettroforesi della lidasi (64 unità ogni 3 giorni, 10-15 procedure per ciclo di trattamento). Possono prescrivere fondi per l'espansione dei bronchi e glicosidi cardiaci che aumentano la contrazione del miocardio ("Eufillin", "Korglikon"). La pleurite polmonare in oncologia risponde bene alla chemioterapia - dopo di essa, l'edema ei sintomi di solito scompaiono. I farmaci vengono somministrati per via sistemica - per iniezione o intrapleuricamente attraverso la valvola a membrana del sistema port.

Secondo le statistiche, i corsi di chemioterapia in combinazione con altri metodi di trattamento aiutano ad eliminare la pleurite in circa il 60% dei pazienti sensibili alla chemioterapia.

Durante il corso del trattamento, il paziente deve essere costantemente sotto la supervisione di un medico e ricevere una terapia di supporto. Dopo la fine del corso, è necessario condurre un esame e, dopo alcune settimane, nominarlo di nuovo.

Prognosi della malattia

Le forme avviate di pleurite dei polmoni possono avere gravi complicazioni: il verificarsi di aderenze pleuriche, fistole broncopleuriche, disturbi circolatori dovuti alla compressione vascolare.

Nel processo di sviluppo della pleurite, sotto la pressione del fluido, le arterie, le vene e persino il cuore sono in grado di spostarsi nella direzione opposta, il che porta ad un aumento della pressione intratoracica e ad una violazione del flusso sanguigno al cuore. A questo proposito, la prevenzione dell'insufficienza cardiaca polmonare è il compito centrale di tutte le misure terapeutiche per la pleurite. Se viene rilevato uno spostamento, al paziente viene mostrata la pleurocentesi di emergenza.

Una complicanza pericolosa è l'empiema - la formazione di una "tasca" con pus, che alla fine può portare alla cicatrizzazione della cavità e alla muratura finale del polmone. Una penetrazione dell'essudato purulento nel tessuto polmonare è fatale. Infine, la pleurite può causare amiloidosi parenchimale o danni ai reni..

Particolare attenzione viene prestata alla pleurite durante la diagnosi nei malati di cancro. Il versamento pleurico aggrava il decorso del cancro ai polmoni, aumenta la debolezza, dà ulteriore mancanza di respiro e provoca dolore. Quando i vasi vengono schiacciati, la ventilazione dei tessuti viene disturbata. Tenendo conto dei disturbi immunitari, questo crea un ambiente favorevole alla diffusione di batteri e virus..

Le conseguenze della malattia e le possibilità di guarigione dipendono dalla diagnosi sottostante. Nei malati di cancro, il liquido nella cavità pleurica di solito si accumula negli stadi avanzati del cancro. Ciò rende difficile il trattamento e la prognosi è spesso infausta. In altri casi, se il liquido dalla cavità pleurica è stato rimosso in tempo e è stato prescritto un trattamento adeguato, non vi è alcuna minaccia per la vita del paziente. Tuttavia, i pazienti hanno bisogno di un follow-up regolare per diagnosticare una ricaduta nel tempo in cui si manifesta..

Pleurite

Informazione Generale

Cos'è la pleurite? Cos'è questa malattia? La pleurite è un'infiammazione della pleura (fogli pleurici), accompagnata dalla formazione di fibrina sulla superficie della pleura o dall'accumulo di essudato di diversa natura nella cavità pleurica. Codice icb-10: R09.1. La pleurite negli adulti come malattia indipendente si verifica estremamente raramente. Nella maggior parte dei casi, il processo infiammatorio è secondario ed è causato sia da malattie dei polmoni che di altri organi e sistemi; è molto meno comune come malattia indipendente. La pleurite può essere accompagnata da una sindrome da versamento pleurico (pleurite essudativa, pleurite da versamento) o procedere con la deposizione di depositi fibrinosi (pleurite secca). Spesso queste forme sono indicate come fasi di un processo patologico. La proporzione di pleurite nella struttura complessiva della morbilità varia entro il 3-5%.

Pleurite secca

Non importa da solo. Nella maggior parte dei casi, è associata alla tubercolosi dei linfonodi o dei polmoni intratoracici. La pleurite tubercolare si verifica spesso con la localizzazione subpleurica dei fuochi con successiva sfondamento e semina della cavità pleurica o come risultato dell'introduzione di agenti patogeni per via ematogena. La pleurite secca può trasformarsi in pleurite adesiva, che è caratterizzata da un pronunciato ispessimento della pleura. Allo stesso tempo, la pleurite adesiva porta spesso a una violazione della funzione di ventilazione dei polmoni. Meno comunemente, si risolve senza la formazione di un versamento pleurico. Ma nella stragrande maggioranza dei casi, la pleurite secca si trasforma in essudativa.

Versamento pleurico

È l'accumulo di liquido nella cavità pleurica, che è diviso in trasudato ed essudato. L'essudato si forma in caso di violazione della permeabilità dei capillari locali e / o danni alla superficie della pleura. Il trasudato si manifesta nei casi in cui l'equilibrio idrostatico, che influenza la formazione / assorbimento del liquido pleurico, cambia verso l'accumulo di liquido nella cavità pleurica. Allo stesso tempo, la permeabilità capillare per le proteine ​​rimane normale.

In condizioni fisiologiche, il liquido pleurico si forma dalla parte apicale della pleura parietale, che viene drenata attraverso i pori linfatici sulla superficie della pleura parietale, situata principalmente nella regione mediastino-diaframmatica e nelle sue parti inferiori. Cioè, i processi di filtrazione / adsorbimento del liquido pleurico sono una funzione della pleura parietale e la pleura viscerale non partecipa ai processi di filtrazione. In una persona sana, lo spazio pleurico su ciascun lato del torace contiene normalmente 0,1-0,2 ml / kg di peso corporeo di una persona, che è al rallentatore.

Il normale flusso di fluido nella pleura è fornito dall'interazione di una serie di meccanismi fisiologici. (la differenza di pressione sanguigna oncotica / pressione osmotica del liquido pleurico (35/6 mm Hg)), la presenza di una differenza di pressione idrostatica nei capillari della pleura parietale e viscerale, azione meccanica durante gli atti respiratori. Se il processo di produzione / accumulo del versamento nella cavità pleurica è superiore alla velocità / possibilità del suo deflusso, ciò porta allo sviluppo di pleurite essudativa.

Il versamento pleurico è una sindrome / complicanza secondaria di numerose malattie. Allo stesso tempo, in alcune fasi dello sviluppo della malattia, i sintomi del versamento pleurico possono prevalere nel quadro clinico, spesso mascherando la malattia sottostante. Si verifica nel 5-10% dei pazienti con malattie di profilo terapeutico. Ad oggi, un aumento del numero di pazienti con pleurite da versamento è dovuto alla diffusa prevalenza di malattie polmonari aspecifiche nella popolazione umana, nonché alla tubercolosi (pleurite tubercolare). Quindi, la polmonite batterica è accompagnata da versamento pleurico nel 40-42% dei casi, con tubercolosi polmonare - nel 18-20% dei casi, in pazienti con insufficienza ventricolare sinistra - 56%. Di seguito è riportata una struttura indicativa dei versamenti pleurici..

La pleurite dei polmoni è abbastanza comune in oncologia. L'incidenza di un tumore primitivo della pleura (mesotelioma) è insignificante, la maggior parte in oncologia ci sono metastasi nella pleura. La pleurite metastatica è una delle complicanze più frequenti del cancro, in particolare il cancro del polmone, dell'ovaio e della mammella. Quindi, con il cancro ai polmoni, si verifica nel 18-60% (con un processo avanzato), al seno - nel 40-46%, cancro ovarico - nel 7-10%, con linfomi - 20-26%. In altre neoplasie maligne (sarcomi, cancro del colon, stomaco, pancreas, ecc.), La pleurite metastatica viene rilevata nei pazienti nel 2-6% dei casi..

A seconda della natura del processo patologico che si verifica nella cavità pleurica e delle proprietà (specificità) del liquido accumulato, è consuetudine distinguere:

  • Idrotorace - caratterizzato dall'accumulo di liquido non infiammatorio.
  • L'emotorace è una raccolta di sangue nella cavità pleurica. L'emotorace di solito si sviluppa quando un polmone o un grande vaso sanguigno (arteria toracica interna / vaso intercostale) si rompe o risulta da un trauma contusivo / penetrante. L'emotorace dopo un trauma spesso accompagna lo pneumotorace (accumulo di aria nella cavità pleurica) o l'emopneumotorace (accumulo di sangue e aria). Anche l'emopneumotorace (sin. Pneumoemotorace) si verifica principalmente con lesioni al torace ed è spesso accompagnato da shock. Il volume dell'emorragia nella cavità pleurica può variare ampiamente da minimo a massiccio, che è definito come un rapido accumulo di sangue in un volume di ≥ 1000 ml. Lo pneumotorace spontaneo nell'1,5-6,2% dei casi può essere complicato da sanguinamento intrapleurico.
  • Empiema dell'imene - accumulo di pus nella cavità pleurica (infiammazione purulenta).
  • Chilotorace - si verifica principalmente con trauma toracico ed è un accumulo di linfa nella cavità pleurica.
  • Fibrotorace - la formazione di tessuto fibroso sulla base di masse fibrinose depositate sulla superficie della pleura.

Più spesso, il fibrotorace è il risultato di pleurite essudativa tubercolare, emotorace, empiema pleurico, dopo lesioni al torace, operazioni ai polmoni. Nel tempo, si verifica la calcificazione del tessuto fibroso, che limita drasticamente la ventilazione dei polmoni.

Un'altra delle opzioni per lo sviluppo della pleurite parapneumonica essudativa acuta, la tubercolosi, è l'incapsulamento dell'essudato, che viene incapsulato mentre si forma a causa di nuove aderenze di depositi fibrinosi e accumulo di versamento. La pleurite incapsulata dei polmoni è considerata un'altra opzione per possibili complicazioni.

Patogenesi

La patogenesi della pleurite secca si basa sulla reazione infiammatoria della pleura parietale / viscerale, accompagnata da iperemia, ispessimento dei fogli pleurici ed edema. Allo stesso tempo, la quantità di essudato praticamente non cambia e nel processo del suo riassorbimento da parte della pleura, i fili di fibrina si depositano sulla superficie della pleura sotto forma di strati pleurici, il che rende difficile lo scorrimento dei fogli pleurici.

La patogenesi dell'accumulo di versamento nella cavità pleurica può essere diversa, a seconda della causa, tra le quali le più importanti sono:

  • aumento della permeabilità capillare;
  • aumento della pressione idrostatica nei vasi capillari della pleura viscerale e parietale;
  • un aumento dello spazio pleurico di pressione negativa;
  • violazione dell'integrità della pleura, così come dei grandi vasi adiacenti direttamente ad essa (dotto toracico linfatico);
  • diminuzione della pressione sanguigna (plasma) oncotica;
  • disturbi del processo di drenaggio linfatico, che aumenta la pressione osmotica del fluido nella cavità pleurica.

In pratica, l'azione combinata di molti di questi meccanismi fisiopatologici è più comune..

Classificazione

Non esiste una classificazione uniforme della pleurite. Molto spesso, i medici usano la classificazione N.V. Putov, secondo il quale sono stati utilizzati una serie di fattori come base.

Per eziologia, ci sono:

  • Contagioso.
  • Asettico
  • Pleurite idiopatica (eziologia poco chiara).

Per un agente infettivo: stafilococco, streptococco, tubercolare, pneumococco, ecc..

Dalla presenza / natura dell'essudato:

  • Fibrinoso (secco).
  • Essudativo.

Per la natura del versamento, la pleurite essudativa è suddivisa in sierosa, purulenta, sierosa-fibrinosa, putrefattiva, colesterolo, emorragica, chilosa, eosinofila, mista.

Durante il processo infiammatorio: acuto, subacuto, cronico.

In base alla localizzazione del versamento, si distinguono: diffusi e limitati (incapsulati), che a loro volta è suddiviso in diaframmatico, apicale, parietale, interlobare, costo-diaframmatico, paramediastinale.

In base al volume della lesione: pleurite bilaterale e sinistra / destra.

Cause

Le cause della pleurite differiscono a seconda del fattore eziologico. Quindi, le ragioni per lo sviluppo della pleurite dell'eziologia infettiva sono:

  • Infezioni batteriche / virali / fungine / parassitarie (pneumococco, stafilococco, klebsiella, streptococco, candidosi, coccidioidosi, blastomicosi, infezione da micoplasma, echinococcosi, amebiasi);
  • Infezione aspecifica (tubercolosi, brucellosi, sifilide, tularemia, tifo / tifo).

Le cause della pleurite di eziologia non infettiva includono:

  • Tumori primitivi maligni della pleura (mesotelioma), metastasi nella pleura in processi oncologici di varia localizzazione (cancro del polmone, ovaio, seno, linfoma).
  • Lesione / intervento chirurgico al torace.
  • Collagenosi (lupus eritematoso sistemico, vasculite sistemica, artrite reumatoide, reumatismi, sclerodermia).
  • Malattie dell'apparato digerente (ascesso subfrenico, colecistite, pancreatite).

Sintomi della pleurite negli adulti

La divisione tradizionalmente accettata della pleurite in secca ed essudativa è piuttosto arbitraria. Nella maggior parte dei casi, la pleurite secca è solo lo stadio iniziale (primo) della formazione della pleurite da versamento. Nei casi in cui l'infiammazione della pleura in questa fase si stabilizza, i sintomi non progrediscono ulteriormente, quindi la malattia subisce uno sviluppo inverso. Questo decorso della malattia è considerato come una pleurite fibrinosa (secca)..

Pleurite secca, sintomi

Le manifestazioni cliniche iniziano più spesso con un forte dolore nell'una o nell'altra metà del torace colpita, che si intensifica con tensione, tosse, all'altezza dell'ispirazione, costringendo il paziente a limitare la mobilità del torace - a sdraiarsi sulla metà interessata. Man mano che l'attività dell'infiammazione diminuisce e gli strati fibrinosi dei fogli pleurici vengono gradualmente coperti, la sensibilità delle terminazioni nervose situate sulla pleura diminuisce, accompagnata da una diminuzione dell'intensità della sindrome del dolore.

I sintomi classici includono tosse secca, malessere generale, sudorazione notturna e diminuzione dell'appetito. La temperatura corporea è prevalentemente subfebrilare, meno spesso - normale o raggiunge valori più alti (38-39 ° C). La febbre è solitamente accompagnata da brividi, tachicardia minore. Nel caso della localizzazione diaframmatica dell'infiammazione pleurica, le manifestazioni del dolore sono localizzate nella cavità addominale superiore, simili ai sintomi di colecistite acuta, pancreatite o appendicite. I sintomi della pleurite polmonare con pleurite apicale secca sono caratterizzati da dolore nella proiezione del muscolo trapezio. Nei casi di coinvolgimento nel processo infiammatorio del pericardio, si sviluppa spesso la pleuropericardite.

La durata del decorso della pleurite secca varia tra 7-21 giorni. L'esito della malattia può essere il completo recupero o una transizione verso una forma essudativa. A volte la pleurite secca (più spesso negli anziani) diventa cronica e può durare per diversi mesi con esacerbazioni periodiche.

Pleurite essudativa

La pleurite essudativa nella fase iniziale si manifesta con sintomi di pleurite secca (dolore toracico, aggravato dalla respirazione profonda, starnuti, tosse, dispnea di varia gravità, tosse improduttiva). Inoltre, la pleurite essudativa (codice MBK-10: J90) si manifesta come sintomi della malattia sottostante ed è determinata dal volume del versamento. Man mano che il volume del versamento aumenta, aumentano anche i sintomi: i pazienti lamentano una grave mancanza di respiro e una sensazione di pesantezza al fianco. In caso di grande volume di versamento, i pazienti sono costretti a sedersi o alcuni di loro si trovano sul lato affetto, riducendo così la pressione sul mediastino. Con la pleurite essudativa, i sintomi generali compaiono sotto forma di debolezza, sudorazione, perdita di appetito, temperatura corporea febbrile (brividi con empiema pleurico).

Ci sono disturbi emodinamici causati dall'ipoventilazione, che si è sviluppata a causa della vasocostrizione nel polmone collassato, così come lo spostamento del mediastino nel polmone sano con la sua compressione. I pazienti hanno tachicardia grave e ipotensione arteriosa a progressione rapida con sintomi crescenti di ipossia tissutale. Con un versamento, combinato con atelettasia / pneumocirrosi, lo spostamento avviene nella direzione della lesione. L'auscultazione determina la respirazione vescicolare fortemente indebolita sull'area dell'essudato, in alcuni casi potrebbe non essere ascoltata affatto; con un grande volume di versamento sullo sfondo di una forte compressione del polmone, si può sentire la respirazione bronchiale ovattata. All'esame, espansione e lieve rigonfiamento degli spazi intercostali. Il margine polmonare inferiore è immobile. Sopra l'effusione - suono di percussioni sordo.

La pleurite purulenta nella fase espansa è determinata principalmente dai sintomi della febbre da riassorbimento purulento. Il grado della loro gravità e la gravità delle condizioni del paziente varia da moderato a grave. In questo caso, la sintomatologia non è sempre strettamente correlata alla dimensione della cavità dell'empiema e al volume del pus. Di norma, sullo sfondo di un aumento dell'intossicazione, si sviluppano disfunzioni del sistema cardiovascolare, fegato / reni che, in assenza di un trattamento adeguato / tempestivo, possono manifestarsi come cambiamenti organici in essi caratteristici di uno stato settico. La febbre da riassorbimento purulento, man mano che progredisce, si trasforma gradualmente in esaurimento, aumentano i disturbi dell'elettrolito dell'acqua, che porta a cambiamenti volemici, diminuzione della massa muscolare e perdita di peso. I pazienti diventano letargici e letargici, la reattività del corpo diminuisce, ci sono rischi di formazione di trombi.

Analisi e diagnostica

La diagnosi viene effettuata sulla base dei reclami caratteristici, dei dati di un esame fisico dei pazienti e dei risultati degli esami strumentali e di laboratorio, tra cui:

  • Diagnostica radiologica (ecografia, fluoroscopia / radiografia, tomografia computerizzata).
  • Analisi del sangue biochimiche.
  • Diagnostica batteriologica dell'essudato (PCR, microscopia, coltura su terreni nutritivi).
  • Esame istologico della biopsia.

Trattamento della pleurite polmonare

Il trattamento negli adulti dovrebbe essere principalmente mirato al trattamento della malattia sottostante che ha causato la pleurite, l'evacuazione del versamento pleurico e la prevenzione delle complicanze. Quindi, nel trattamento della pleurite con versamenti di genesi non infiammatoria (trasudati), la terapia eziologica è principalmente finalizzata al ripristino della funzione del sistema cardiaco, del fegato, della tiroide, dei reni e alla correzione della pressione arteriosa osmotica colloidale. Nei pazienti con pleurite infiammatoria asettica (cioè di natura non infettiva), vengono trattati processi autoimmuni, allergici e altri processi patologici che sono alla base dei sintomi clinici di queste malattie, incluso il versamento pleurico. La terapia etiotropica occupa un posto speciale nel trattamento della pleurite più comune di genesi infettiva, principalmente batterica. Il trattamento della pleurite della genesi infettiva è complesso e comprende:

  • Terapia antibatterica, tenendo conto della sensibilità della microflora. I più comunemente prescritti sono Ampicillina, Ceftriaxone, Ceftazidima, Cefotaxime, Cefepim, Cefoperazone, Amikacin, Gentamicina, Levofloxacina, Ciprofloxacina, Gentamicina, Meropenem, Claritromicina, ecc. Va ricordato che gli aminoglicosidi non sono raccomandati per i pazienti con scarso essudativo. penetrare nella cavità pleurica. Per la prevenzione / trattamento delle micosi, il fluconazolo viene prescritto una volta.
  • Terapia desensibilizzante (Difenidramina, Allergina, Istadina, Benadryl Zyrtec, Tsetrin, ecc.)
  • Terapia antinfiammatoria (FANS - Diclofenac, Voltaren, Movalis, ecc.).
  • Glucocorticosteroidi (Prednisolone, Metipred) per la pleurite di eziologia reumatica / tubercolare con l'esclusione obbligatoria dell'empiema pleurico.

La nomina di agenti antinfiammatori / iposensibilizzanti aiuta a ridurre l'intensità del processo infiammatorio nella cavità pleurica, ridurre la sensibilizzazione pleurica, nonché eliminare il rischio di una reazione pleurica iperergica all'azione del patogeno.

  • È altrettanto importante prestare attenzione a un aumento della resistenza specifica / aspecifica, specialmente negli anziani con pleurite purulenta, che si ottiene con l'introduzione di immunoglobuline, plasma iperimmune, immunomodulatori - immunoglobulina umana polivalente, γ-globulina (con grave mancanza di produzione di anticorpi), anti-stafilococco / anti-citossimato ; Immunal, Etimizole, Levamisole, ecc. Sono prescritti per stimolare il sistema T e aumentare le difese aspecifiche del corpo.).
  • Terapia di disintossicazione. Ha lo scopo di rimuovere le sostanze tossiche dal corpo, migliorare la microcircolazione e le proprietà reologiche del sangue, correggere il metabolismo delle proteine ​​ed eliminare l'ipovolemia. Di regola, è combinato con la diuresi forzata. A tale scopo, vengono mostrate infusioni endovenose di soluzioni a basso peso molecolare di Neocompesan, Gemodez, Reopolyglyukin, destrosio, ecc.), Soluzioni di sale isotoniche, soluzione di glucosio. La forzatura della diuresi viene eseguita mediante somministrazione endovenosa di Lasix o diuretici (Furosemide).
  • Terapia sintomatica: cerotti di senape, impacchi riscaldanti, con sindrome da dolore grave - bendaggio stretto (immobilizzazione) della metà malata del torace, prescrizione di analgesici non narcotici (Ketoprofene, Ketorolac) antitosse (Libexin, Codeine, Pharmacod, Codelak Neo, Terpink Neo,, con insufficienza circolatoria - farmaci cardiotonici.

Un processo importante è l'evacuazione tempestiva dell'essudato dalla cavità pleurica, se necessario, il lavaggio periodico della cavità pleurica con soluzioni antisettiche. Il trattamento ei sintomi della pleurite negli anziani, sviluppati sullo sfondo dell'immunodeficienza, richiedono un'attenzione particolare.

Al paziente nel periodo acuto viene mostrato il riposo a letto. Come trattare la pleurite a casa? Il trattamento della pleurite a casa deve essere effettuato dopo una diagnosi approfondita, sotto la supervisione di un medico e la nomina di un ciclo di farmaci. Il trattamento della pleurite con rimedi popolari può essere considerato esclusivamente come un metodo aggiuntivo. Per trattare un paziente con pleurite a casa, come agente antinfiammatorio / espettorante, possono essere utilizzate infusioni di erbe: foglie di farfara, fiori di tiglio, pianta di piantaggine, radice di liquirizia / marshmallow, frutti di finocchio, poligono, corteccia di salice bianco, ecc. I più popolari una ricetta per trattare la pleurite con rimedi popolari include una combinazione di queste erbe. La ricetta può essere trovata su Internet, ma è meglio consultare il proprio medico.

Quali antibiotici prendere per la pleurite

La pleurite è una grave malattia polmonare che si manifesta come un processo infiammatorio che colpisce la membrana sierosa del polmone, la pleura. Questa patologia può formarsi da sola, sebbene, il più delle volte, agisca come una complicazione di infezioni, tumori, lesioni e altre lesioni degli organi vitali. Pertanto, tutte le misure terapeutiche mirano principalmente ad eliminare la causa originale della malattia. Poiché in tutti i casi è presente un'infiammazione, è necessario utilizzare antibiotici per la pleurite, che devono essere presi il prima possibile..

  • 1 Brevemente sulla pleurite
  • 2 Quando sono necessari antibiotici
  • 3 Farmaci antibatterici per il trattamento della pleurite
  • 4 Sollievo dai sintomi della pleurite
  • 5 Risultati del trattamento e corso di riabilitazione

Brevemente sulla pleurite

I processi infiammatori nella pleura possono apparire come risultato di depositi sulla superficie dei fogli pleurici di fibrina di origine proteica. Tale pleurite è considerata fibrinosa o secca. In altri casi, il fluido in eccesso, chiamato essudato, si accumula nella cavità tra i fogli esterni e interni. Di conseguenza, la pleurite negli adulti e nei bambini sarà umida o essudativa. I principali segni della malattia includono tosse e dolore durante la respirazione..

Le cause della patologia sono molto spesso infezioni che entrano nel corpo in vari modi. Questi possono essere batteri o virus, funghi e parassiti. Accompagnano la tubercolosi, la polmonite, gli ascessi polmonari e altre gravi malattie. Molto meno spesso, la pleurite si forma a causa di fattori non associati all'infezione e all'insorgenza di condizioni patologiche del corpo. Ciò accade in presenza di tumori maligni, a causa di malattie sistemiche, lesioni toraciche, conseguenze di operazioni, infarto miocardico e molti altri motivi..

La diagnosi di pleurite tiene conto del quadro clinico generale della malattia. Comprende radiografie e tomografia computerizzata, puntura pleurica e toracoscopia, ecografia, urina, sangue e test di versamento pleurico. La diagnosi differenziale consente di distinguere la pleurite da altre malattie, escludere la presenza di pneumotorace spontaneo, appendicite acuta, infarto miocardico, pericardite, angina pectoris, empiema pleurico, ulcere gastriche, ecc..

Il trattamento con antibiotici e altri mezzi è prescritto a seconda della natura della malattia. In caso di infezione, i patogeni penetrano con qualsiasi mezzo nella cavità e danno origine a infiammazione. Di conseguenza, aumenta la permeabilità capillare, che porta a edema pleurico e formazione di essudato. La componente liquida esce gradualmente attraverso i vasi linfatici e la fibrina si deposita sulla superficie dei fogli, formando una forma secca di pleurite. In questi casi, la rapida eliminazione dell'infezione con l'aiuto di agenti antibatterici è di fondamentale importanza..

Se, con lo sviluppo della patologia, l'infiammazione ha acquisito un'intensità maggiore e i linfonodi sono stati chiusi, l'essudato semplicemente non ha il tempo di essere assorbito e inizia ad accumularsi nella cavità pleurica. In tali situazioni, oltre agli antibiotici, vengono eseguite manipolazioni speciali in relazione al paziente per estrarre l'essudato.

Quando sono necessari antibiotici

Di regola, la pleurite è una complicazione di un'altra malattia più grave, cioè le sue manifestazioni sono secondarie. Pertanto, l'obiettivo principale degli specialisti è cercare e trovare la causa principale della patologia. Allo stesso tempo, viene eseguita la terapia per alleviare i sintomi della pleurite stessa. Tra il complesso di farmaci ci sono anche antibiotici, necessari per le seguenti condizioni del paziente:

La presenza di pleurite secca o fibrinosa, che si verifica più spesso. Di norma, procede in una forma più lieve, ma, tuttavia, richiede agenti antibatterici con un ampio spettro di azione. Allo stesso tempo vengono prescritti farmaci antinfiammatori e antidolorifici.

  • Pleurite secca dovuta alla tubercolosi. Una tale patologia richiede un trattamento speciale con l'uso di farmaci anti-tubercolosi: isoniazide, etambutolo e altri, in combinazione con farmaci antibatterici.
  • Per il trattamento della pleurite essudativa vengono utilizzati gli stessi farmaci della polmonite. In questo caso, oltre alla terapia anti-infettiva, vengono prescritti farmaci antinfiammatori e desensibilizzanti. Allo stesso tempo, gli specialisti rimuovono regolarmente il fluido in eccesso dalla cavità, alleviando così le condizioni generali del paziente e ottenendo materiale biologico per le analisi.
  • Nella pleurite purulenta cronica, la cavità pleurica viene sottoposta a drenaggio chirurgico obbligatorio per rimuovere l'essudato purulento. Successivamente, le aree interessate vengono lavate con speciali soluzioni antibatteriche.

Farmaci antibatterici per il trattamento della pleurite

Se la diagnostica, i test e gli studi effettuati confermano la natura infettiva della pleurite, gli antibiotici devono essere inclusi nel corso del trattamento del paziente. La scelta di un particolare farmaco dipende dallo specifico agente infettivo presente nei materiali biologici. Allo stesso tempo, viene presa in considerazione la sensibilità del paziente ai componenti dell'antibiotico prescritto. Molto spesso, per combattere batteri, microbi e altre infezioni, i seguenti antibiotici vengono utilizzati per la pleurite:

  • Il gruppo principale di farmaci è costituito dalle cefalosporine. Ciò include Cefotaxime, che viene utilizzato più spesso, nonché Ceftriaxone, che è più comodo da usare. La durata del trattamento va dai 7 ai 10 giorni. In alcuni casi, i farmaci possono essere utilizzati in modo graduale. Inizialmente, il farmaco viene somministrato per via endovenosa o intramuscolare durante i primi tre giorni. Nei giorni successivi, il farmaco viene già assunto in pillole..
  • Gli agenti parenterali antibatterici appartenenti alla serie delle penicilline fungono da efficace sostituto delle cefalosporine. In alcuni pazienti, questi farmaci possono causare una reazione allergica, quindi dovrebbero essere presi con attenzione, sotto la supervisione di un medico..
  • Le manifestazioni refrattarie della pleurite sono neutralizzate dai farmaci del gruppo dei carbapenemi. È costituito da Meropenem, Imipinem, Cefepim, che hanno un ampio effetto antimicrobico..
  • Se, a seguito della ricerca, si scopre che la pleurite è una conseguenza della tubercolosi, il trattamento deve essere effettuato sotto la supervisione di un phthisiatrician. Il corso della terapia speciale consiste in farmaci anti-tubercolosi: isoniazide, rifampicina, etambutolo e altri farmaci simili.

Prima di iniziare il trattamento, è necessario determinare la resistenza di batteri e altri microrganismi dannosi a determinati farmaci. Se necessario, vengono sostituiti con farmaci simili. La durata del ciclo di trattamento e il dosaggio sono prescritti in base ai risultati dei test e alle condizioni generali del paziente. Oltre alle pillole e alle normali iniezioni, in casi particolarmente gravi, le soluzioni antimicrobiche vengono iniettate direttamente nella cavità pleurica con un ago speciale.

Sollievo dai sintomi della pleurite

Considerando i farmaci antibatterici, non si può non notare i farmaci che alleviano i sintomi della pleurite e alleviano la sofferenza del paziente. Il fatto è che la pleurite, prima di tutto, è caratterizzata da sensazioni dolorose pronunciate. Allo stesso tempo, viene diagnosticata la dispnea, cioè mancanza di respiro, in cui la respirazione diventa difficile. Le cause della mancanza di respiro sono molto spesso una grande quantità di liquido nella cavità pleurica, una ridotta escursione respiratoria del torace. L'essudato accumulato comprime i tessuti esterni dei polmoni e complica notevolmente i movimenti respiratori.

Il sollievo dal dolore viene effettuato con farmaci antinfiammatori non steroidei. Tra questi, Ibuprofen, Nise, Nimesulide, Diclofenac sono considerati i più efficaci. Tuttavia, va ricordato che questi farmaci hanno un effetto ulcerogenico, avendo un effetto negativo sulla mucosa del tratto gastrointestinale, provocando ricadute di ulcera peptica. Pertanto, i pazienti con disturbi identificati dell'apparato digerente devono inoltre assumere Omeprazolo, Lansoprazolo, Pariet, Ultop e altri farmaci di azione simile durante il corso del trattamento..

Una tosse violenta è alleviata dai farmaci antitosse. Tra questi, Rengalin è considerato il più efficace, eliminando la tosse dovuta alla vasodilatazione. La codeina e i suoi sostituti hanno un buon effetto terapeutico. Gli esperti raccomandano di eliminare gli attacchi di tosse solo con dolore pronunciato e mancanza di respiro. Questo non si applica alla pleurite essudativa, in cui non c'è quasi dolore, ma c'è una mancanza di respiro molto forte causata dalla pressione di un grande volume di essudato. Questo sintomo viene eliminato dalla puntura pleurica, eseguita non solo a scopo terapeutico, ma anche a scopo diagnostico..

Risultati del trattamento e corso di riabilitazione

Insieme ad altri metodi, la terapia antibiotica dà risultati positivi duraturi nel trattamento della pleurite. Tuttavia, l'uso a lungo termine di antibiotici ha un effetto estremamente negativo su molti organi, nonché sui sistemi cardiovascolare e digestivo. A questo proposito, dopo l'eliminazione della pleurite infettiva, il paziente deve sottoporsi a un corso di riabilitazione, dove dovrà trattare ed eliminare le conseguenze delle misure terapeutiche.

Prima di tutto, questa è una terapia mirata alla disintossicazione del corpo. Mentre in uno stato attivo, i batteri rilasciano tossine in grandi quantità, che in realtà avvelenano gli organi interni. Sotto l'influenza di antibiotici, i microbi muoiono e si decompongono, formando focolai purulenti nelle aree già colpite. Tutto ciò provoca intossicazione generale e altre conseguenze negative. I diuretici e il lavaggio del sangue con soluzioni di sale marino mediante infusione endovenosa sono usati come agenti disintossicanti..

Le seguenti attività mirano a rafforzare il sistema immunitario del corpo, notevolmente indebolito durante il periodo del processo infiammatorio. Pertanto, durante il corso del trattamento e durante il periodo di riabilitazione, si consiglia al paziente di assumere vitamine e farmaci per ripristinare la microflora intestinale naturale.

Per Maggiori Informazioni Su Bronchite

Come abbassare la temperatura con l'aceto

Ciao cari lettori. L'argomento di oggi sarà sulla salute. È arrivato il freddo e involontariamente noti che le persone prendono freddo per le strade della città.

Tutto sull'uso di Lugol per l'angina

Lugol è un antico medicinale collaudato che viene spesso utilizzato come antisettico per malattie infettive e infiammatorie della mucosa dell'orofaringe nei bambini e negli adulti.